Il metodo Rio Abierto



Come modificare e liberare la psiche lavorando debitamente sul corpo. Lasciarsi andare nel ritmo per acquisire la serenità, la potenza del nostro essere e la creatività dell’anima.

 

Persone in cerchio,

musica,

movimento,

fluire dei corpi,

sentire l’energia e le emozioni,

la vitalità e la vita,

il ritmo incalza,

si distende,

la mente si acquieta.

La gioia di esserci

e comunicare senza parole.

 

Il metodo “Rio Abierto” - che in italiano significa “Fiume Aperto” - nasce in Argentina negli anni cinquanta come sistema di armonizzazione tra psiche e corpo. Si propone lo sviluppo armonico dell’essere, integrando il corpo in un percorso di crescita interiore. Ognuno/a ha una propria postura che corrisponde ai pregi e ai limiti sopportati dalla propria personalità: il corpo è la riproduzione fisica della nostra vita interiore. Poiché corpo e psiche sono intimamente legati, modificare l’uno significa anche modificare l’altra, o meglio la possibilità che l’altra si possa modificare.
E viceversa.

Il lavoro nel metodo “Rio Abierto” parte dal corpo e si svolge prevalentemente in cerchio, secondo una tecnica base che consiste nel movimento ritmico-espressivo strutturato in modo imitativo: con l’ausilio della musica un istruttore, o una istruttrice, guida il gruppo nella sperimentazione di nuove posture, nel far fluire le energie alla ricerca di un contatto più libero con se stessi e con l’altro/a.

L’esperienza ripetuta nel tempo attraverso lezioni di volta in volta diverse, consente di creare “memorie di possibilità”: una vasta gamma di atteggiamenti corporali, mentali e spirituali, forse diversi da quelle usuali e che si è abituati/e ad assumere. Nel corpo si portano le tracce di potenzialità, possibilità, limiti e “drammi”, ed è per questo che a partire da esso, con infinito amore, si possono sciogliere delicatamente i nodi della propria esistenza e, più in generale, dell’Esistenza stessa.

Danzare col metodo “Rio Abierto” aiuta a conoscere meglio se stessi/e e gli altri/le altre, a recuperare la sicurezza e la fiducia in sé per comunicare e far evolvere le relazioni, a coltivare l’allegria nella vita, potenziando i livelli in cui ci si esprime giorno per giorno, minuto per minuto: da quello fisico a quello affettivo, da quello mentale a quello transpersonale.

 

(Foto di Claudio Lorenzini)