Il percorso di cura

Si può imparare a stare bene pur non conoscendo tutti i perché della malattia. Si può imparare a comprendere ciò che accade in un corpo malato, avviarsi verso il percorso di cura e riacquisire energia vitale.
Uscire dallo stato di impotenza e dare un senso a ciò che accade è di aiuto per chi vive in una condizione di malattia o di malessere psico-fisico e permette di riprendere in mano la propria vita. È possibile attivare le risorse che ognuno/a ha dentro di sé per aiutarsi nella cura, rendere possibile il passaggio da una condizione di malessere ad una di benessere e ritrovare la gioia di vivere.



Secondo gli studi più approfonditi a livello psicologico e scientifico è possibile cambiare:
- il pensiero, le emozioni;
- il comportamento, il linguaggio;
- gli atteggiamenti verso la vita, verso se stessi/e e verso gli altri/le altre.

Con una serie di incontri singoli o di gruppo, attraverso la parola e specifici esercizi di rilassamento e visualizzazione.
Durante gli incontri si possono individuare pensieri e comportamenti dolorosi per trasformarli in pensieri e immagini sani che rappresentano il proprio risultato desiderato, il proprio corpo guarito e un buon futuro.  Si impara ad ascoltarsi profondamente e a riconoscere i propri bisogni e valori.

Le tecniche richiedono un tempo di pratica affinché si renda possibile un cambiamento dei pensieri , della percezione della realtà e dei comportamenti . Questo può accadere anche nelle persone più scettiche e dubbiose, poiché la mente registra comunque le nuove tracce, quelle del benessere. Come abbiamo imparato cose che non sapevamo andando a scuola e nella scuola della vita, così possiamo imparare nuovi pensieri ed atteggiamenti mentali con i quali ci sentiamo complessivamente meglio, più rilassati e a nostro agio.

Elaborare le proprie convinzioni rispetto alla malattia è possibile. Il corpo è come un libro in cui si iscrivono i nostri pensieri, le nostre convinzioni e le nostre azioni e possiamo scegliere cosa scrivere in questo libro.
Come già accennato, attraverso un lavoro di reindirizzamento del proprio pensiero si possono iscrivere nuove tracce nel corpo (fisico, emotivo e mentale) che piano piano vanno ad elaborare e sostituire quelle precedenti, spesso malsane per il nostro essere. Secondo i nuovi studi della Pnei esiste la neurogenesi  e si possono creare nuove mappe neurali.

Intraprendere il percorso di cura vuol dire sviluppare la consapevolezza che dolore e paura sono affrontabili ed è possibile trovare un sollievo che permettere di tornare a godere della propria vita.

E’ altresì importante sentire e registrare ogni minima esperienza positiva e piacevole per focalizzarsi su ciò che funziona nella propria vita e aumentare la fiducia di poter ritornare a stare bene.

 

(Giuseppe Pellizza Da Volpedo, Passeggiata Amorosa, 1901)