Skip to content

Sostegno psicologico
individuale e di gruppo

 

Le forme e i contenuti dell’aiuto

Colloqui individuali all’adulto:

Mediazione tra le parti
Sostegno alla patologia oncologica per pazienti e familiari


Gruppi:

Comunicazione Empatica Non Violenta

Ricerca interiore ed Esplorazione corporeo-relazionale

Curiosità, Eventi, pubblicazioni e molto altro ... Blog

Attualmente non ci sono eventi in programma.

Più in basso trovi tutte le attività già svolte, se sei interessato a qualcosa, contattami e ti terrò aggiornato!

Su richiesta…   eventi organizzati in date da definire

Vivere è separarsi. Poter sentire il pieno di sé e della vita nelle esperienze dei distacchi

Vivere è separarsi. Poter sentire il pieno di sé e della vita nelle esperienze dei distacchi.
Tutti siamo nati e abbiamo sperimentato il primo grande distacco dalla madre e dalla fonte spirituale. Siamo caratterizzati dall’esperienza della mancanza primaria e della ricerca del nutrimento per la sopravvivenza. In seguito abbiamo affrontato tante esperienze di distacchi più o meno importanti per il nostro cammino di vita. La fine di una amicizia, il lutto di un genitore o di un figlio, un licenziamento, l’esperienza del nido vuoto, una separazione sentimentale, un divorzio, un demansionamento e tante altre esperienze che ci richiedono di celebrare un distacco e affrontare un cambiamento.  

“La separazione è il prezzo della conoscenza”. Siamo portati a considerare la profonda differenza tra la mancanza di essere e la mancanza di avere.

La separazione ci costringe sempre ad una riconsiderazione di noi stessi, a fare il punto con le nostre risorse e a domandarci dove sono io? Come posso mantenere una sicurezza in me anche quando tutto intorno mi sembra crollare? Come mantenere la continuità di noi stessi e del nostro essere anche quando l’altro interiore o esteriore non c’è più.

Rabbia e colpa: energia pura a nostra disposizione, comprenderle e trasformarle è possibile

Il punto di vista della Comunicazione Nonviolenta. Come possiamo trasformare rabbia e colpa che ci fanno sentire impotenti e stressati, che trattengono energia e limitano l’espressione della nostra creatività e della gioia di vivere? E’ possibile che rabbia e colpa abbiano funzioni positive per la nostra vita? Quali potrebbero essere?

Rabbia e colpa sono due preziosi moti dell’animo che possono rivelarci molto della vita che si muove dentro di noi. Sono come due campanelli d’allarme che ci avvertono che non siamo in contatto con i nostri valori e che i nostri bisogni non sono soddisfatti. Rabbia e colpa sono strettamente legate ai pensieri di dovere, di giudizio, di errore e più restiamo nei pensieri più il malessere di queste emozioni si amplifica dentro di noi. Possiamo viverle profondamente per scoprire quali sono i nostri bisogni e come soddisfarli. E’ possibile imparare un linguaggio e una qualità  di contatto con noi stessi e con gli altri che ci aiuta a comprenderle e trasformarle per liberare energia e metterla al servizio della vita. 

I sentimenti e i bisogni dentro le parole che diciamo: comunicazione empatica non violenta

Siamo soddisfatti del modo in cui comunichiamo? Riusciamo a farci intendere così come vorremmo? Riusciamo ad intendere l’altro nelle sue intenzioni? Il linguaggio che abbiamo imparato è ricco di giudizi ed etichette, racchiude la vita dentro definizioni statiche. La vita si esprime in un processo in continuo movimento e le nostre parole possono essere testimoni di questo movimento.

La qualità del contatto con se stessi e con l’altro, l’abilità nel riconoscere le proprie emozioni e il linguaggio per esprimere sentimenti, bisogni e richieste (non pretese!), sono il frutto di un apprendimento prezioso della Comunicazione Empatica Nonviolenta O.S.B.R. (osservazioni, sentimenti, bisogni, richieste). Secondo il modello Marshall Rosenberg.

Liberarsi dalle catene interiori: come risolvere i propri conflitti interni con autoempatia e trasformazione dei pensieri malsani

Come posso fare a cambiare i miei atteggiamenti quando non sono più funzionali alla mia felicità, come posso fare a ridurre la sofferenza di certi modi di pensare che limitano la mia libertà? A volte abbiamo voglia di cambiamenti e di maggiore leggerezza nella nostra vita e ci sembra impossibile poterci liberare di vecchie e consolidate abitudini che derivano da ciò che abbiamo imparato e da come abbiamo interpretato la vita. Autoempatia e trasformazione del pensiero sono validi aiuti per incontrarci con la nostra vera natura e i bisogni profondi che abbiamo dentro di noi; per vivere collegati alla nostra autenticità.

Ritorno alla salute: collaborare alla propria guarigione portando più  gioia nella propria vita

Una panoramica sulle possibilità che ognuno ha di collaborare alla propria salute attraverso la pratica mente-corpo del metodo psiconcologico Simonton. Fin dai tempi di Ippocrate le emozioni piacevoli sono considerate un elemento di salute e oggi ci sono ricerche scientifiche che confermano le connessioni tra corpo-mente-emozioni (PNEI, psico-neuro-endocrino-immunologia). Il metodo psiconcologico del Dott. Simonton (oncologo) propone esperienze semplici ed applicabili al proprio quotidiano per imparare a gestire lo stress emozionale e recuperare gioia ed energia, rafforzando il sistema immunitario. Immagini e pensieri che rappresentano il nostro risultato desiderato sono parte degli strumenti più efficaci per contribuire a vivere con gioia anche nella malattia e ad affrontare i dilemmi e le paure che essa porta nella propria vita e nelle relazioni con i propri cari.

Ritorno alla salute: pensieri e immagini che curano

Il metodo psiconcologico del Dott. Simonton (oncologo) propone esperienze semplici ed applicabili al proprio quotidiano per imparare a gestire lo stress emozionale e il pensiero malsano, rafforzando il sistema immunitario. Immagini e pensieri sani sono parte degli strumenti più efficaci per contribuire a vivere con gioia anche nella malattia e ad affrontare i dilemmi e le paure che essa porta nella propria vita e nelle relazioni con i propri cari. Esempi e proposte per un aiuto ad usare la mente in modo salutare.

Perché ci ammaliamo? Il significato e il senso della malattia. La relazione Mente-Corpo-Emozioni nel percorso di Ritorno alla Salute. Come collaborare alla propria guarigione

Un excursus sulle ipotesi di cause psichiche del cancro e altre patologie, sulla modalità di sviluppo cellulare della neoplasia e le analogie col vissuto psicologico.

Le tecniche di autocura secondo il metodo psico-oncologico del Dott. Simonton per il ritorno alla salute che partono dai presupposti di una lunga ricerca sperimentale e delle nuove scoperte scientifiche sulle interrelazioni Corpo-Mente della PNEI  (psico-neuro-endocrino-immunologia).